Produrre cibo senza Pesticidi di sintesi e ogm. Ogni azienda agricola può avviare subito la transizione verso un'agricoltura senza pesticidi di sintesi e OGM. I pesticidi, nel lungo periodo, danneggiano l’agricoltura stessa indebolendo l'agro-ecosistema, compromettendo la produttività del terreno e la qualità del raccolto, distruggendo la biodiversità animale e vegetale. Provocano inquinamento dell'aria, dei terreni e delle falde acquifere, compromettendo la sopravvivenza di numerose specie animali (come ad esempio gli insetti pronubi, lombrichi e uccelli). E' sempre più urgente la necessità di  praticare una agricoltura che miri alla fertilità organica del terreno per mezzo di pratiche agronomiche biologiche, conservative o rigeneratrici,  di conservare, coltivare e rinnovare varietà di semi tradizionali in grado di preservare la biodiversità  nella prospettiva di superare le monocolture.